Miele di castagno

Miele di castagno

da Montaldo Langhe
0 sold

7,009,00

Miele dal profumo forte e balsamico e dall’aroma è amarognolo

Scopri come funziona foodaloo.it
Svuota
Quantity

Assaggiato da

Gianluca

L’Alchimista

COD: N/A Categorie: ,

Il miele di castagno è generalmente liquido o a cristallizzazione lenta, non sempre regolare.
Il colore è ambrato scuro se liquido, tendente al marrone se cristallizzato.
Ha proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antiossidanti; è inoltre un’ottima fonte di proteine, vitamine B, C e di sali minerali.
Ha un profumo forte e penetrante, floreale e balsamico. L’aroma è amarognolo, al palato è astringente e leggermente tannico.

Reperibilità

Tempo di preparazione

Abbinamenti consigliati

È ideale con le carni, la selvaggina e i formaggi stagionati, accompagnandosi bene ai sapori forti. È perfetto se unito a piatti dal sapore leggermente affumicato. È un valido accompagnamento per formaggi freschi come la ricotta o formaggi vaccini e ovini (caciotta toscana, caciocavallo, caprini) ma raggiunge la perfezione accompagnato a formaggi stagionati quali il parmigiano reggiano. Si sposa perfettamente anche con il tè nero, con vini rossi non fruttati o con birre artigianali.

Regione

Montaldo Langhe

Tutto ebbe inizio negli anni '40 quando il signor Mario Montaldo, amante dell'apicoltura, decise di realizzare il suo sogno: portare il miele delle Langhe in giro per il mondo. Per realizzarlo occorreva applicare il concetto di apicoltura che aveva in mente, consistente nel prelevare il miele dall'alveare destinandolo immediatamente al consumo senza alcuna aggiunta. Il signor Mario non riuscì mai a realizzare il suo sogno ma la vita, prima che morisse, gli regalò qualcosa di ancora più prezioso: suo nipote Matteo. È proprio a lui che si deve la nascita di Montaldo Langhe, un'azienda giovane, con radici antichissime, capace di raccogliere con fierezza un testimone importante. Qualità, purezza, rispetto per la natura e genuinità sono le caratteristiche chiave di un prodotto del quale "nonno Mario" sarebbe assolutamente fiero.

0

TOP