Tagliatelle e ceci alla Toscana: una ricetta per dare il benvenuto all’autunno!

In questi primi giorni di settembre, l’aria si fa già più fresca e frizzante, invitandoci a riscoprire piatti caldi ed accoglienti come le tagliatelle e ceci alla Toscana. Scopriamo insieme la storia e la ricetta di un piatto ricco di tradizione!

Le tagliatelle? All’uovo e artigianali!

L’ingrediente principale di questa ricetta sono appunto, le tagliatelle, che, per ottenere un risultato ottimale devono essere rigorosamente di alta qualità!
Come riconoscerle? Non basta il colore giallo dell’uovo a decretare la bontà di una tagliatella, ma bisogna tener conto anche di ruvidità, spessore e soprattutto… il profumo!

Le tagliatelle, una tradizione tutta italiana!

Il nome stesso di questo goloso formato di pasta nasce dall’azione di tagliare e affettare la sfoglia tirata dopo averla accuratamente arrotolata (da qui, tagliatelle o fettuccine). Anche se le varianti regionali sono molte, la ricetta ufficiale prevede degli standard definiti nel secolo scorso dall’Accademia italiana della Cucina, secondo la quale, una tagliatella per essere così definita deve misurare – cruda – circa 7mm, con uno spessore tra i 6 e gli 8 decimi di millimetro.

Pasta e ceci alla toscana: il profumo della semplicità.

Nato come piatto povero, la pasta e ceci alla toscana è un piatto tradizionale semplice ma molto gustoso, dalla cottura lenta e paziente, che porta con sé storie di sapori e profumi di una terra che ha fatto della gastronomia il suo cavallo di battaglia.

La tradizione vuole che, per la preparazione di questo piatto, si utilizzino tagliatelle fresche, da spezzare durante la cottura, che rimangano però morbide, in modo da legare al meglio con i ceci, un legume estremamente utilizzato in tutta la penisola.

Il trattamento dei ceci è un passaggio estremamente importante, in quanto, comincia già il giorno precedente: i ceci secchi, infatti, vanno lasciati almeno una notte in acqua (e un pizzico di bicarbonato) in modo da reidratarli e fargli acquisire la consistenza che tutti conosciamo. Una volta ammollati i ceci, vanno cotti in abbondante acqua salata per circa tre ore, facendoli diventare teneri.

Dopo circa un’ora e mezza dall’ebollizione dell’acqua, togliamo circa tre mestoli di ceci dalla pentola e frulliamoli con mezzo mestolo di acqua di cottura, rimettendoli poi in pentola.

Contemporaneamente, in un tegame, il pomodoro va insaporito con aglio schiacciato e rosmarino, per circa dieci minuti. Ottenuta una salsa profumata, aggiungiamola ai ceci in cottura, regolando di sale e pepe.

Facendo attenzione a non creare un composto troppo denso – e, alla necessità aggiungere acqua – è il momento di aggiungere le tagliatelle, da cuocere per un massimo di sette minuti.

Una volta cotte anche le tagliatelle la pasta e ceci alla toscana aspetta solo di essere gustata, dando, finalmente, il benvenuto alla stagione delle zuppe!

Buon Appetito!

Lascia un commento

La tua email non sarà mostrata.

0

SU