fbpx
Toma di Pecora delle Langhe peso var da 260 g a 300 g circa

Toma di Pecora delle Langhe peso var da 260 g a 300 g circa

da Bricco Della Croce

6,10

Toma di pura Pecora delle Langhe!

Tutta la bontà dei formaggi con lavorazione artigianale a latte crudo!

Bontà dalla natura incontaminata delle Langhe!

Toma di Pecora delle Langhe

Peso variabile dai 260 ai 300 gr

Scopri come funziona foodaloo.it
Quantità

Vedi anche gli altri prodotti di Bricco Della Croce


Assaggiato da

Filippo

L'ambasciatore

E' un formaggio a latte crudo ovino di breve stagionatura, a pasta morbida ed elastica e tende al cremoso con la stagionatura. Con il passare dei giorni si crea una leggerissima fioritura che gli dona un profumo particolare di fungo, il quale cede il passo a note burrose e dolci. Al palato ripropone le piacevoli sensazioni olfattive. Gusto pulito, equilibrato e di buona persistenza. Consiglio di gustarla in purezza su caldi crostini di pane rustico, questo le farà sprigionare ancor più i suoi accattivanti aromi.
Toma di pecora delle Langhe

Nel cuore delle Langhe una fior di azienda con la passione dell’allevamento e dei formaggi alleva allo stato semibrado capre e pecore di razze autoctone.

Gli animali nell’aspra natura incontaminata si nutrono di profumate erbe spontanee ricche di essenze, profumi e sapori che si ritrovano nei formaggi prodotti rigorosamente a latte crudo!

 

Peso 0.4 kg
Formato

Confezione da 260 g a 310 g

Reperibilità

Tempo di preparazione

Ingredienti in etichetta

LATTE, caglio, sale

Allergeni

Latte

Note

, ,

Valori nutrizionali medi per 100 g

Formaggi imballati nel loro incarto contenente le informazioni di produzione

Regione

Note di degustazione

E' un formaggio a latte crudo ovino di breve stagionatura a forma cilindrica e dal colore giallo crema, con piccola e diffusa occhiatura. La pasta è morbida ed elastica e tende al cremoso con la stagionatura. La crosta è ruvida e riprende la trama dello stampo. Con il passare dei giorni si crea una leggerissima fioritura che gli dona un profumo particolare di fungo, il quale cede il passo a note burrose e dolci. Al palato ripropone le piacevoli sensazioni olfattive. Gusto pulito, equilibrato e di buona persistenza.

Consiglio di gustarla in purezza su caldi crostini di pane rustico, questo le farà sprigionare ancor più i suoi accattivanti aromi.

Bricco Della Croce

Oggi vi racconto la mia visita all'Azienda Agricola Bricco della Croce, situata a Cessole, in provincia di Asti. Da buon appassionato di formaggi artigianali prendo contatti con una piccola azienda della mia regione per concordare una piacevole visita in una giornata di fine inverno. Raggiungo l'azienda percorrendo in auto una stradina stretta a tratti tortuosa, che mi porta ai 500 metri sul livello del mare in una zona del Piemonte ancora davvero selvaggia e incontaminata, lontano dalle grandi vie di comunicazione tra le colline dell'Alta Langa che guardano poco lontano l'Appennino ligure. Ad trovormi Mattia, un giovane allevatore e casaro che mi racconta di come accoglie, pochi anni fa, ha deciso di acquistare un vecchio cascinale in pietra di Langa, abbandonato da decenni e ristrutturato per viverci insieme alla sua compagna, Federica. Sulla cima di questa collina si trova una grande croce di ferro, da qui il nome dell'azienda "Bricco Della Croce". Diciamo che Mattia fu un vero e proprio pioniere quando arrivò tra questi boschi! Il lavoro fu notevole per riportare alla luce i pascoli che il bosco si era ripreso nel corso del tempo. Nel racconto di Mattia si fa la sua innata passione per i formaggi e del suo desiderio di percepire un piccolo allevamento di capre e dalle pecore quali iniziare a dedicarsi alla sua grande passione: produrre formaggi artigianali a latte crudo contemporaneamente riqualificare il territorio. Gradualmente, con il passare del tempo, il numero degli animali è cresciuto circa e oggi la stalla ospita 30 capi di Pecora delle Langhe e altrettanti di Capra di Capra di Roccaverano, con l'obiettivo di creare un allevamento di pecore e autoctone. Mentre ascolto il racconto di Mattia facciamo una piacevole passeggiata tra i prati e boschi circostanti dove pascolano i suoi animali, sorvegliati da due stupendi cani Pastori Maremmani addestrati, che vegliano costantemente le greggi. Raggiungiamo la cima della collina dove si gode di una vista meravigliosa sul territorio circostante. Al piccolo e pulitissimo laboratorio adibito alla lavorazione di questo latte crudo dalle elevate proprietà nutrizionali termine, in quanto gli animali sono allevati allo stato semi brado, nutrendosi quindi di erbe spontanee tra prati e boschi. La mungitura e la lavorazione avvengono quotidianamente, quindi la preziosa materia prima deve essere assolutamente conservata per avere prodotti di elevata qualità. La produzione casearia di Mattia riprende le tipologie tradizionali con alcune proposte particolari tra le quali le Robiole, la Sola, la Toma di capra, il Pecorino e una piccola tometta allo zafferano dal colore giallo intenso e dall'aroma inconfondibile. Oltre ai formaggi lo yogurt naturale ricco di fermenti lattici vivi. La mia visita prosegue nella piccola cantina di stagionatura dove nel silenzio e con condizioni ambientali particolari, riposano i formaggi, i quali con il tempo e la sapiente cura di Mattia, acquisiscono ulteriore intensità e complessità aromatica, perchè i formaggi a latte crudo sono formaggi vivi ! Arriva momento della degustazione dove assaggio in successione, dal più fresco a quello più stagionato, tutti i formaggi della loro produzione e rimango sorpresa dalla cura della lavorazione che si percepisce in ogni tipologia, dove il sale è ben dosato, in alcuni casi appena percepito , che lascia davvero parlare il formaggio in tutte le sue sfaccettature. Una particolare menzione va alle sue Robiole, estremamente delicate, pulite al naso e al palato, equilibrate nel sapore e ricche di complessità aromatica e di piacevolissima persistenza. Nel panorama produttivo delle Robiole piemontesi non è facile trovare prodotti così! Saluto Mattia e Federica ringraziandoli per la visita e per quella che è stata una bella esperienza sensoriale e personale, riscoprendo e valorizzando ancor di più questi meravigliosi territori e le persone, che con tenacia e passione ci vivono al territorio ed alle sue tradizioni!

Pecore di razza autoctona "Langhe"
0

SU

it_IT