Pinot Grigio D.O.C. BIO

Pinot Grigio D.O.C. BIO

da Perlage
0 sold

5,80

Pinot Grigio delle Venezie D.O.C. biologico

Bottiglia da 750 ml

Scopri come funziona foodaloo.it
Quantity

Assaggiato da

Gianluca

L’Alchimista

COD: PRLTV01M14 Categorie: ,

Vino ottenuto esclusivamente da uve Pinot Grigio, un vitigno pregiato, avaro nelle produzioni ma prodigo per le intense caratteristiche organolettiche donate al vino che ottenuto. Colore giallo paglierino con riflessi dorati; profumo fruttato caratteristico che ricorda i fiori di acacia e la noce; sapore pieno e retrogusto persistente, armonico.
Si sposa egregiamente con piatti a base di erbe o di uova, antipasti e minestre. Particolarmente adatto ad accompagnare piatti a base di pesce.

Suolo: di origine alluvionale
Altimetria ed esposizione: 250 m. s.l.m. esposizione sud
Età dei vigneti: 9 anni
Allevamento: cordone speronato
Vendemmia: manuale
Vinificazione: in bianco

Gradazione alcolica: 12% vol
Servire a 10-12 °C

Formato

Bottiglia bordolese da 750 ml

Reperibilità

Tempo di preparazione

Profilo organolettico

Vista: giallo paglierino con sfumature ramate appena percettibili
Olfatto: frutta tropicale, melone e un leggero sentore di miele
Gusto: acidulo, di buona struttura e finezza, persistente

Note

Tempo di conservazione

18 mesi

Abbinamenti consigliati

Si sposa egregiamente con antipasti, risotti e primi piatti a base di erbe spontanee; particolarmente adatto ad accompagnare piatti di pesce e carni bianche

Certificazione BIO

Controllato e certificato da Codex S.r.l.
Organismo di controllo autorizzato dal MiPAAF IT-BIO-002
Operatore controllato n. 5127

Certificazioni

, , , , ,

Riconoscimenti

Decanter World Wine Award 2011: Medaglia di bronzo
Mundus Vini 2013: Silver medal
Mundus Vini Biofach 2014: 84 punti
Wine System AG 2014: 88 punti
Mundus Vini Biofach 2015: 82 punti
The Drink Business Pinot Grigio Masters 2018: Medaglia d'argento
The Drink Business Pinot Grigio Masters 2019: Medaglia d'argento

Regione

Perlage

Bollicine Bio.

Una buona bottiglia di vino biologico è come una bella donna senza trucco. Non accusatemi subito di sessismo, potrei dire anche un bell'uomo, ma la metafora della donna senza trucco a me piace di più. Nella produzione di vino biologico infatti non ci sono trucchi, ossia solfiti, che aiutino a proteggere e conservare il mosto prima ed il vino poi. Per fare un buon vino biologico si parte dalla programmazione della vigna i cui filari, mai troppo stretti, sono disposti in armonia con la terra per permettere all'acqua, al sole e ai naturali abitanti della vigna (animaletti e microorganismi) di creare il microclima per dell'uva ottimale, senza la necessità di ricorrere a concimazioni chimiche e antiparassitari sistemici.

Questo vuol dire che per una vigna biologica fatta come si deve è necessario il doppio del lavoro e la resa in vino è considerevolmente minore. Se si è bravi, molto bravi, si ottiene però un prodotto molto ricco dal punto di vista salutistico, olfattivo e gustativo. Ben lo sa la famiglia Nardi, vera e propria pioniera e maestra in campo biologico, che con la sua bella cantina "Perlage" persegue fin dal lontano 1985 l'ideale di un'armonia fra sostenibilità ambientale, salute dei consumatori e dei lavoratori in vigna e in cantina, promozione dell'area collinare Conegliano-Valdobbiadene e produzione di ottimi ed interessanti Prosecchi DOC e DOCG e buoni vini da tavola.

0

TOP