Nostrum

Nostrum

da Davinum

25,00240,00

Supertuscan – Rosso di Toscana I.G.T.
Indicazione Geografica Tipica
Annata 2017
Disponibile in più formati

Scopri come funziona foodaloo.it
Svuota
Quantità
COD: N/A Categorie: ,

Assaggiato da

Simona

L’Esploratrice

Colore rosso rubino, profumo fruttato-speziato con aromi di piccoli frutti rossi: questo vino dal gusto complesso e ben strutturato,
Uvaggio: Sangiovese, Merlot, Pugnitello e Foglia tonda
Vendemmia: primi di settembre per il Merlot, a partire dal 24 settembre per Sangiovese, Pugnitello e Foglia tonda
Maturazione: 16 mesi in barriques francesi prodotte con doghe di quercia francese stagionate almeno 36 mesi
Gradazione alcolica: 14%–14.5% vol.
I vini della cantina Davinum hanno il tappo in vetro per il massimo rispetto dell’ambiente. Il vetro, infatti, è una sostanza composta esclusivamente da materiali naturali ed è riciclabile al 100%. Il tappo in vetro rispetta l’ambiente e, al tempo stesso è una chiusura assolutamente sterile, garantisce una tenuta perfetta lasciando respirare il vino al minimo in modo da farlo invecchiare in modo ottimale.

Reperibilità

Tempo di preparazione

Profilo organolettico

Colore: rosso rubino
Profumo: fruttato, speziato con aromi di piccoli frutti rossi
Sapore: complesso e strutturato con tannini dolci ed avvolgenti

Abbinamenti consigliati

Ideale in abbinamento a piatti a base di selvaggina, carni rosse alla brace e formaggi stagionati

Consigli di degustazione

Si consiglia di decantare il vino 4 ore prima del consumo; la temperatura ottimale è 16-18 °C in bicchieri molto ampi che permettano la corretta ossigenazione del vino e la resa del bouquet

Certificazioni

Riconoscimenti

CWSA Best Value 2018: Gold medal
Annuario dei migliori vini italiani 2018: IP 92
Wine Enthusiast Importer Connection: 85
Mundus Vini 2018: Gold
I vini di Veronelli 2018: 92

Regione

Davinum

Un'azienda espressione del desiderio di una famiglia svizzera di produrre vino italiano di ottima qualità. Ha impiegato due anni per trovare il giusto vigneto e alla fine è riuscita a realizzare il proprio sogno in Toscana, dove ha dato inizio alla produzione di un ottimo vino, inizialmente riservato agli amici. Successivamente, visto il successo riscontrato, ha iniziato a commercializzarlo.
Daniel Schaetti in un territorio argilloso che risale al Pliocene, aiutato da mani esperte, ha ridato vita ad un vecchio vigneto dove al Sangiovese e al Merlot si alternano gli autoctoni Foglia Tonda e Pugnitello.
Nella cantina il vino riposa in barriques di rovere francese o anfore di cocciopesto, a seconda della tipologia.
Il risultato di questo affinamento e invecchiamento è un vino che privilegia la qualità.

0

SU