Minestra di Tinnirumi

Minestra di Tinnirumi

da Sapori di Regalpetra

6,50

Preparato in polvere per pasta chi tinnirumi, un’antica e semplice ricetta della cultura gastronomica siciliana
Vasetto da 90 g

Scopri come funziona foodaloo.it
Quantità

Vedi anche gli altri prodotti di Sapori di Regalpetra


COD: SRPAG01MTNNMPV Categoria:

Recensito da

Gianluca

L’Alchimista

Il Finocchietto selvatico (Foeniculum vulgare) è una pianta che cresce spontanea in tutta l’area mediterranea e particolarmente in Sicilia. Già conosciuta dagli antichi egizi, era molto apprezzata dai romani per condire ed aromatizzare e pare anche per rendere bevibile del vino diventato aceto: da qui il detto “non farsi infinocchiare”. Comunque la pianta ha proprietà depurative e digestive. La polvere di Finocchietto selvatico dei “Sapori di Regalpetra” viene prodotta lasciando essiccare il finocchietto semplicemente al sole e quindi macinato fino ad ottenere una consistenza polverosa. Il profumo è fresco e semplicemente fantastico. Si sposa bene sia con il pesce che con la carne: non può mancare per esempio nella pasta alle sarde ma nemmeno nell’anatra in porchetta: già nel Rinascimento Giorgio Vasari ad Arezzo sembrava apprezzare oltremodo la sua nana (anatra) in porchetta.

La minestra di tinnirumi è un’antica ricetta siciliana, una delle più amate, in particolar modo dai palermitani.
Si tratta di una pasta a base di tinnirumi (o tenerumi), ossia i germogli e le foglie della pianta della zucchina lunga, molto teneri e delicati, da qui il nome.
Sapori di Regalpetra la propone in una versione insolita, pratica e versatile, una polvere realizzata esclusivamente con ingredienti naturali e di stagione, senza l’aggiunta di conservanti.

Formato

Vasetto da 90 g

Reperibilità

Tempo di preparazione

Ingredienti

Zucchine, tenerume, cipolla, pomodoro, sale fino

Note

, ,

Tempo di conservazione

Prodotto a lunga conservazione

Modalità di conservazione

Conservare in luogo fresco e asciutto

Abbinamenti consigliati

Per la classica minestra in brodo o anche come condimento per la pasta asciutta

Regione

Sapori di Regalpetra

"Siamo sole e vento, acqua e terra di Sicilia"
Il sale è sicuramente il primo e principale condimento che l'umanità ha scoperto come anche il più diffuso ed efficace conservante naturale per i cibi, almeno fino all'avvento di frigoriferi e congelatori.
Non a caso la parola "salario" derivata dall'uso nell'antica Roma di pagare stipendi in sale, in quanto bene prezioso, è presente ancora oggi nel nostro lessico.
Fondamentalmente esistono due tipi di sale alimentare al mondo: il sale marino, ottenuto per evaporazione dell'acqua di mare, ed il salgemma o sale di rocca, in greco Halite (composto dalle parole sale e pietra) che viene estratto da grotte e miniere.
Il salgemma è un minerale che si è formato in ere preistoriche dal ritiro e prosciugamento di mari e laghi salati antichi che hanno lasciato dietro di sé dei banchi di cloruro di sodio (appunto sale) purissimo.
Banchi di salgemma si trovano un po' in tutto il mondo, magari proprio là dove meno potremmo aspettarceli. Tra i più famosi vi sono quelli dell'Himalaya in Tibet, a Namakdan in Iran, a Salisburgo da cui prende il nome di "città del sale", in Polonia, in Sudamerica e a casa nostra in Toscana e a Racalmuto, tra le province di Agrigento e Caltanissetta. Ed è proprio dal giacimento di Racalmuto che provengono i Sali di Regalpetra. Accanto ad un sale integrale purissimo, i fratelli Carmelo e Giuseppe Brucculeri, nel loro laboratorio a due passi dalla cava, hanno combinato ciò di cui la meravigliosa terra di Sicilia è immensamente ricca: profumi ed aromi inebrianti.
Nascono così per nostro diletto e per un valido ed originale aiuto in cucina i sali di rocca al limone, all'aglio di Nubia, al pepe rosa e mandarino o alle vinacce di Nero d'Avola.
Ad arricchire la gamma di Regalpetra, Carmelo e Giuseppe ci offrono una gamma di polveri naturali di eccezionale profumo e fragranza tra cui: polvere di capperi, di arancia e cannella, di finocchietto selvatico, di limone e zenzero.
Con Regalpetra le marinature, le cotture in crosta di sale, gli aperitivi e i condimenti di pasta, verdure, pesce e carne prendono una svolta innovativa e decisiva. Cucinare per credere!

0

SU