Col di Manza D.O.C.G. BIO

Col di Manza D.O.C.G. BIO

da Perlage
0 sold

16,00

Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore D.O.C.G. Millesimato biologico
Extra Dry

Bottiglia da 750 ml

Scopri come funziona foodaloo.it
Quantity

Assaggiato da

Gianluca

L’Alchimista

COD: PRLTV01MS2CMDOCG Categorie: ,

Col di Manza è uno spumante extra dry millesimato ottenuto da uve Glera coltivate secondo il metodo biodinamico.
Su uno dei colli di Manzana, località di Vittorio Veneto (TV), sorgeva il vigneto biodinamico le cui uve hanno permesso la nascita del primo prosecco biodinamico al mondo, il Col di Manza. Oggi il vigneto da cui arrivano le uve si trova nell’area di Farra di Soligo, ai piedi delle imponenti Torri di Credazzo, e continua ad essere coltivato seguendo i principi della biodinamica.

Suolo: franco sabbioso, calcareo, poco profondo
Altimetria ed esposizione: 250 m.s.l.m. esposizione sud
Età dei vigneti: 18 anni
Allevamento: guyot
Vendemmia: manuale
Vinificazione: in bianco, con fermentazione a bassa temperatura e presa di spuma con metodo Charmat

Gradazione alcolica: 11,5% vol
Servire a 8-10 °C

Formato

Bottiglia borgognotta da 750 ml

Reperibilità

Tempo di preparazione

Profilo organolettico

Vista: giallo paglierino scarico con intensi riflessi verdi
Olfatto: profumi di mela e pesca, floreale con sentori di rosa gialla e glicine bianco
Gusto: armonico, vellutato, di buon corpo lungo e persistente

Note

Tempo di conservazione

12-18 mesi

Abbinamenti consigliati

Fritture miste di pesce, carni bianche, paste con sughi delicati e formaggi freschi; ottimo anche abbinato a dolci di pasticceria

Certificazione BIO

Controllato e certificato da Codex S.r.l.
Organismo di controllo autorizzato dal MiPAAF IT-BIO-002
Operatore controllato n. 5127

Certificazioni

, , , , ,

Riconoscimenti

Gran Menzione Concorso Enologico Internazionale Vinitaly 2015
Decanter Wine Awards 2015: Commended medal
IWSC 2015: Medaglia di bronzo
Best of Bio 2015
Wine Enthusiast 2015: 91 punti
Concorso enologico internazionale Vinitaly 2016: 5 star, 90 punti
Best of Bio 2017
Wine Enthusiast 2017: 90 points
Mundus Vini Biofach 2018: Medaglia d'argento
The Drink Business Prosecco Masters 2018: Medaglia di bronzo
TheWineHunter Award: ROSSO 2019
Mundus Vini Biofach 2020: Medaglia d'argento

Regione

Perlage

Bollicine Bio.

Una buona bottiglia di vino biologico è come una bella donna senza trucco. Non accusatemi subito di sessismo, potrei dire anche un bell'uomo, ma la metafora della donna senza trucco a me piace di più. Nella produzione di vino biologico infatti non ci sono trucchi, ossia solfiti, che aiutino a proteggere e conservare il mosto prima ed il vino poi. Per fare un buon vino biologico si parte dalla programmazione della vigna i cui filari, mai troppo stretti, sono disposti in armonia con la terra per permettere all'acqua, al sole e ai naturali abitanti della vigna (animaletti e microorganismi) di creare il microclima per dell'uva ottimale, senza la necessità di ricorrere a concimazioni chimiche e antiparassitari sistemici.

Questo vuol dire che per una vigna biologica fatta come si deve è necessario il doppio del lavoro e la resa in vino è considerevolmente minore. Se si è bravi, molto bravi, si ottiene però un prodotto molto ricco dal punto di vista salutistico, olfattivo e gustativo. Ben lo sa la famiglia Nardi, vera e propria pioniera e maestra in campo biologico, che con la sua bella cantina "Perlage" persegue fin dal lontano 1985 l'ideale di un'armonia fra sostenibilità ambientale, salute dei consumatori e dei lavoratori in vigna e in cantina, promozione dell'area collinare Conegliano-Valdobbiadene e produzione di ottimi ed interessanti Prosecchi DOC e DOCG e buoni vini da tavola.

0

TOP