Barbera d’Alba D.O.C. Superiore

Barbera d’Alba D.O.C. Superiore

da Azienda Agricola Cagliero
0 sold

12,00

Vino rosso piemontese prodotto esclusivamente con uve Barbera

Annate disponibili: 2015 e 2016

Scopri come funziona foodaloo.it
Svuota
Quantity

Recensito da

Filippo

L'ambasciatore

La Barbera è femmina, così come tradizione vuole che la si chiami! È uno dei vini più importanti prodotti in Piemonte, in questo caso dai fortunati vigneti delle Langhe. Rosso purpureo il suo intrigante colore, quasi impenetrabile alla luce, ricco di profumi tipici e sapori che ricordano il "Grafìun" molto maturo, una ciliegia dalle sfumature tra il giallo e il rosso che si raccoglie ancora dalle vecchie piante in prossimità dei filari, lungo i sentieri che costeggiano le vigne. Una delle caratteristiche della Barbera e di questa in particolare, è la sua freschezza che deriva dalla sua spiccata acidità tipica del vitigno, unitamente alla quasi assenza di tannino ma sapientemente "ingentilita" da un lungo affinamento in botti di rovere che la rende morbida e rotonda, adatta per essere abbinata ai salumi e ai formaggi di media stagionatura, ma soprattutto alla pasta ripiena con sughi di carne, al fritto misto della tradizione piemontese, alle carni alla griglia e perché no, anche ad una ricca e corroborante minestra di legumi e guanciale!
COD: CGLCN01BRRSP01-1 Categorie: ,

Vino prodotto esclusivamente con uve Barbera caratterizzato da un bel colore rosso purpureo con una tonalità vivace molto piacevole e da un sapore ricco, di struttura e di corpo.

Le uve sono raccolte a mano in apposite cassette traforate dopo attenta cernita e immediatamente trasportate alla cantina, dove sono sottoposte a diraspatura e a pigiatura. La fermentazione avviene ad una temperatura massima di 30 °C, controllata esclusivamente mediante adeguati e attenti rimontaggi. La macerazione delle vinacce è prolungata per circa 10 giorni e a fermentazione tumultuosa ultimata il prodotto è svinato e trasferito in serbatoi in acciaio inox dove il processo di vinificazione si completa con la fermentazione malolattica.

L’invecchiamento costituisce una fase particolarmente delicata e importante per ottenere un prodotto finale ricco di profumo con sapore completo e armonico e retrogusto eccezionalmente lungo e intenso. Il vino è mantenuto per oltre 12 mesi, in parte in tonneaux e in parte in barriques di rovere francese, di media tostatura. Durante questo periodo è sottoposto a frequenti controlli per verificare che l’elevata acidità iniziale sia stemperata e ingentilita rendendo il vino più morbido e di gusto pieno.

Il vino termina il suo percorso produttivo con un periodo di affinamento in bottiglia di almeno 6 mesi, prima di essere ammesso al consumo L’appellativo “Superiore” è conferito, come previsto dal relativo Disciplinare, grazie al prolungato invecchiamento in botte di legno e al diradamento particolarmente severo dei grappoli in vigna, prima della maturazione.

L’alcol minimo è di 12,5% vol.: servitela senza parsimonia alla temperatura di 14-16 °C.

Formato

Bottiglia da 750 ml

Reperibilità

Tempo di preparazione

Abbinamenti consigliati

Si abbina molto bene ai fritti, ai bolliti, ai formaggi di media stagionatura e alla tradizionale bagna càuda

Certificazioni

Regione

Azienda Agricola Cagliero

Il mio viaggio alla ricerca delle migliori eccellenze piemontesi inizia tra le strade che percorrono i profili curvi e sinuosi delle colline di Langa, uno dei vigneti più grandi e importanti d'Italia, nel comune di Barolo. Poco distante dal centro di questo piccolo e meraviglioso paese che dà il nome all'omonimo vino, all'ingresso della cantina che si affaccia su un panorama fiabesco, dove i filari accesi dai colori autunnali e "pettinati" con cura dal lavoro dell'uomo abbracciano lo sguardo, mi accoglie Stefano Cagliero, titolare dell'azienda che da tre generazioni trasforma le preziose uve coltivate nei loro vigneti nei più tipici e ricercati vini piemontesi, conosciuti in tutto il mondo. I vini delle Langhe!

Ho avuto il piacere di conoscere Stefano ad un evento di degustazione nel quale presentava il suo inebriante Barolo Chinato, prodotto secondo l'antica ricetta di famiglia con vero infuso di spezie ed erbe aromatiche!

Ho accolto con grande piacere il suo invito a visitare l'azienda di famiglia. La visita è iniziata con una prima tappa fondamentale: l'ingresso della cantina, conservato così com'era in origine, una vera e propria stanza dei ricordi, lì dove tutto è iniziato nei primi anni del secolo scorso.

I vigneti di proprietà si estendono su circa 6 ettari nelle migliori esposizioni a sud sud-est in zone collinari di media pendenza e altitudine di circa 300 metri sul livello del mare. La composizione del terreno è tipica di queste zone dove le radici della vite affondano nella Marna. In essa sono custodite le riserve d'acqua e i preziosi minerali che donano ai vini struttura, potenza ed estrema eleganza, unitamente ad una longevità che li migliora ed impreziosisce anno dopo anno!

L'azienda agricola Cagliero può vantare tra i suoi Vigneti due dei crùs più prestigiosi: Ravera e Terlo. I vitigni a bacca rossa coltivati con bassissime rese per ettaro sono il Dolcetto, il Barbera, il Nebbiolo e il Freisa. Una piccola parte è invece coltivata con uve bianche: Arneis, Favorita e Sauvignon Blanc. La produzione annua è di circa 45000 bottiglie.

Nella cantina tradizione ed innovazione convivono in piena armonia. Accanto ai vecchi tini di cemento vetrificato, troviamo alcune barriques e tonneaux di pregiato Rovere francese di Allier, ma non potevano mancare le grandi botti di rovere di Slavonia, dove il vino ottenuto da un vitigno di "razza" come il Nebbiolo ha bisogno di essere gentilmente addomesticato per renderlo sublime solo dopo il lungo e necessario affinamento, così come vuole la tradizione, prima di fregiarsi della DOCG "Barolo".

Sarà anche per questo che i loro vini sono stati da sempre premiati, recensiti e riconosciuti come eccellenti dalle più importanti riviste specializzate del settore e nei più importanti concorsi nazionali e internazionali.

0

TOP