fbpx
Aleph Manzoni Bianco Metodo Classico Brut BIO

Aleph Manzoni Bianco Metodo Classico Brut BIO

da Perlage Winery

13,80

Manzoni Bianco Metodo Classico

Il Brut per le occasioni!

Bottiglia da 750 ml

Scopri come funziona foodaloo.it
Quantità

Vedi anche gli altri prodotti di Perlage Winery


Assaggiato da

Gianluca

L’Alchimista

Intenso e fruttato, gusto molto equilibrato e al finale frutta matura perfetto per un evento da condividere

Perlage Winery per la sua linea di Autoctoni presenta Aleph Manzoni Bianco Metodo Classicoun brut che parla del territorio al quale è strettamente connesso, uve Incrocio Manzoni 6.0.13 valorizzate dal metodo classico.

Per produrre l’Aleph Manzoni Bianco si parte dalla raccolta a mano delle uve verso la  fine agosto e inizio settembre. La fermentazione si protrae fino a primavera sempre a temperatura controllata .Dopo il tiraggio, si fa riposare in catasta a cui segue l’affinatura sui lieviti per oltre due anni.

In questo periodo il vino può esprimere le sue caratteristiche e la sua tipicità. Dopo l’affinatura segue un lungo ciclo di remouage e la sboccatura in ambiente privo di ossigeno in modo da  evitare eventuali shock ossidativi, rendendo lo spumante  molto gradevole e longevo.

l’azienda affonda il suo credo più profondo al rispetto per la natura con l’obiettivo di far crescere le proprie viti sane e forti secondo i ritmi della natura e preservandone la biodiversità del terreno, il metodo biodinamico è una forma di agricoltura dove le varie fasi di lavorazione come la  concimazione e la coltivazione vengono attuati rispettando e promuovendo la fertilità e la vitalità del terreno.

 

Scheda prodotto Manzoni Bianco Metodo Classico

Tipologia: Metodo Classico Brut
Uve: Incrocio Manzoni 6.0.13
Suolo: Franco e mediamente calcareo, profondo
Altimetria : 150 m.s.l.m.
Vinificazione: affinamento sui lieviti almeno 25 mesi, remouage, sboccatura in assenza ossigeno
Grado Alcolico:  12,5%
In degustazione:
Vista                                          Giallo paglierino con riflessi verdognoli
Olfatto                                       Fresco e intenso, con ampia nota fruttata di mela golden,                                                                          fiori di campo e una delicata fragranza di lievito
Gusto                                         Armonico ed equilibrato, con piacevole sentore di frutta                                                                            matura e crosta di pane
Temperatura di servizio    8-10 °C
Abbinamenti                          per un brindisi nei momenti importanti perfetto anche a                                                                            tutto pasto

 

Formato

Bottiglia borgognotta da 750 ml

Reperibilità

Tempo di preparazione

Profilo organolettico

Vista: giallo paglierino scarico con intensi riflessi verdi
Olfatto: profumi di mela golden e fiori di campo
Gusto: armonico, vellutato, con sentori frutta matura e crosta di pane

Note

Tempo di conservazione

24 mesi

Abbinamenti consigliati

perfetto per brindare e ottimo a tutto pasto

Certificazione BIO

Controllato e certificato da Codex S.r.l.
Organismo di controllo autorizzato dal MiPAAF IT-BIO-002
Operatore controllato n. 5127

Certificazioni

, , , , ,

Regione

Cantina Perlage

La storia di Perlage Winery nasce nel 1985, quando i 7 fratelli Nardi, il padre Tiziano e la madre Afra, hanno deciso di iniziare l'avventura dell'agricoltura e la viticoltura biologica, partendo dalla Riva Moretta, lo storico vigneto nel cuore del Prosecco Superiore Docg . Una scelta che ha portato Perlage ad essere, oggi, uno dei più rinomati produttori di vino biologico del Veneto , nonché tra le poche aziende che producono Prosecco biologico DOCG presenti all'interno del Consorzio di Tutela del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene . La cantina Perlage Winery ti può offrire una buona bottiglia di vino biologico è come una bella donna senza trucco. Non accusatemi subito di sessismo, potrei dire anche un bell'uomo, ma la metafora della donna senza trucco a me piace di più. Nella produzione vino biologico infatti non ci sono trucchi, ossia solfiti, che aiutino a proteggere e preservare il mosto prima ed di vino poi. Per fare un buon vino biologico si parte dalla programmazione della vigna i cui filari, mai troppo stretti, sono disposti in armonia con la terra per permettere all'acqua, al sole e ai naturali abitanti della vigna (animaletti e microorganismi) di creare il microclima per dell'uva ottimale, senza la necessità di ricorrere a concimazioni chimiche e antiparassitari sistemici. Questo vuol dire che per una vigna biologica fatta come si deve è necessario il doppio del lavoro e la resa in vino è considerevolmente minore. Se si è bravi, molto bravi, si ottiene però un prodotto molto ricco dal punto di vista salutistico, olfattivo e gustativo. Ben lo sa la famiglia Nardi, vera e propria pioniera e maestra in campo biologico, che con la sua bella cantina "Perlage Winery" persegue fin dal lontano 1985 l'ambientale ideale di un'armonia fra sostenibilità, salute dei consumatori e dei lavoratori in vigna e in cantina, promozione dell'area collinare Conegliano-Valdobbiadene e produzione di ottimi ed interessanti Prosecchi DOC e DOCG e buoni vini da tavola.

0

SU

it_IT