Perché la Vigilia di Natale si mangia pesce?
0
Perché la Vigilia di Natale si mangia pesce?

Ecco le radici di una tradizione (e qualche ricetta sfiziosa per rendere la tua Vigilia indimenticabile!)

Il più bel periodo dell’anno…

Natale segna l’arrivo della fine dell’anno, riunendosi tutti durante i giorni di festa, trascorrendo questo periodo con chi più amiamo. È tradizione comune, in molte zone d’Italia, pensare al menù della Vigilia di Natale, completamente di pesce, questo perché secondo la religione cattolica, dovrebbe essere un giorno di magro, in cui nutrirsi di cibo povero oppure digiunare proprio.

L’abitudine di mangiare pesce, nasce in questo contesto, proprio perché si pensa che non sia veicolo di spiriti maligni, a differenza della carne di altri animali, soprattutto se parliamo di carne rossa.

Come organizzare il menù della Vigilia di Natale

Capita sempre più spesso di arrivare in questo periodo dell’anno stremati dalla stanchezza con un cenone ancora tutto da organizzare e i giorni che passano uno dopo l’altro, tra regali dell’ultimo minuto ed inviti inaspettati! Così, ci si ritrova a dover organizzare un intero cenone a base di pesce per la Vigilia, cercando di accontentare i gusti di tutti quanti.

Abbiamo raccolto qualche idea, dall’aperitivo al secondo, per creare il tuo menù, con un click!

Antipasto & Aperitivo? Via libera al carpaccio di pesce!

Alternativa poco considerata, spesso il carpaccio di pesce è un ottimo starter per il tuo menù natalizio, ad esempio possiamo affettare finemente del carpaccio di Seppia nel suo nero, accompagnandolo con una leggera dadolata di verdure e qualche crostino, offrendo un aperitivo sfizioso e poco scontato sulle nostre tavole, magari brindando con del prosecco fresco!

Sempre per quanto riguarda l’aperitivo o l’antipasto, i salumi di tonno come il Prosciutto di tonno, la Mortadella di tonno oppure la Bresaola di tonno al sesamo, si rivelano un’alternativa particolarmente apprezzata anche dai più piccoli, che potranno apprezzare tutto il sapore e la tenerezza del tonno, in una veste inusuale, come il salume!

Per il secondo? Roast di pesce spada!

Delicato, ma allo stesso tempo saporito e gustoso, il roast di pesce spada è un’idea per il nostro secondo da non sottovalutare! Cotto con erbe aromatiche secondo la ricetta classica del roast-beef all’inglese, il roast di pesce spada è da proporre affettato finemente, accompagnato da verdure di stagione fresche e cotte!

La versione preferita dai bambini è ovviamente quella accompagnata dall’insalata di patate, un contorno facile e veloce, ma soprattutto versatile in un momento di festa come questo. L’insalata di patate, infatti, si compone unendo patate a cubetti cotte al vapore con della maionese fresca e del prezzemolo a piacere. Un contorno del genere è utilizzabile sia in accompagnamento al secondo, sia come antipasto o durante l’aperitivo, offrendoci una soluzione facile e veloce.

E voi? Avete già deciso il vostro menù della Vigilia?

Lascia un commento

La tua email non sarà mostrata.

0

SU