Come riconosciamo se una pasta è di qualità?
0
Come riconosciamo se una pasta è di qualità?

Quando una grande pasta incontra un olio di eccellenza nasce un matrimonio ideale, se poi a questi due ingredienti che sono alla base della riuscita di un buon primo piatto aggiungiamo prodotti freschi a km zero, del territorio o del proprio orto riusciremo a gustare e distinguere i vari componenti della nostra ricetta. Come in un concerto ben diretto nessuna nota sarà stonata anzi sarà un crescendo di aromi e di gusto.

Ma come dovrebbe essere una pasta di buona qualità?

Prima di tutto il grano, nella pasta da noi scelta e testata è un grano duro i grani selezionati sono i migliori direttamente ad opera dell’azienda che li produce da tre generazioni. Il colore deve essere omogeneo che esprime non aver difetti o residui di lavorazione e che colore, qui il colore è un giallo oro, il colore del sole.
E’ una pasta trafilata al bronzo, trafilatura che conferisce quella bella rugosità che così bene abbraccia il sugo ed è a lenta essiccazione e qui è anche scritto in etichetta.
Alla cottura si presenta omogenea, questo è un indice se la pasta è lavorata bene, e, non ultimo il “nervo” ovvero quando la mettiamo in bocca e valutiamo la sua resistenza ala taglio e la sua elasticità, naturalmente più ha nervo meglio è!

Prodotti utilizzati per realizzare questa ricetta:

Olio extravergine di oliva al peperoncino
Penne rigate di grano duro

Lascia un commento

La tua email non sarà mostrata.

0

SU